Tutti paesi
È un maxi pc? No, è una televisione — Notizie e foto su AllBiz Italia
Tutte le sezioni
All.BizItaliaNotizieScienza e tecnologieÈ un maxi pc? No, è una televisione

È un maxi pc? No, è una televisione

2 Set 2011 09:35 | Scienza e tecnologie

La tv diventa social. Tra le novità il "notephone" di Samsung e gli schermi 3D senza obbligo di occhiali 

Nonostante la crisi e le indiscrezioni che parlavano di un'edizione 2011 priva di sorprese, l'Ifa,il più importante salone europeo dell'elettronica di consumo, ha visto il debutto di due significative novità. La prima è la nascita, per mano di Samsung, di una nuova classe di computer, anello di congiunzione tra gli smartphone e i tablet, che per ora si identifica in un solo prodotto, il Galaxy Note. La seconda è la commercializzazione entro Natale del primo tv 3D di grandi dimensioni (55 pollici) i cui contenuti sono visibili senza l'uso degli occhialetti, vale a dire il Toshiba 55LZ2. Ma altrettanto importanti, oltre ai singoli prodotti, sono le tendenze che emergono dalla fiera dell'elettronica berlinese. E quest'ultime si manifestano soprattutto nella trasformazione del televisore in centro di intrattenimento non solo multimediale, ma anche sociale, attraverso il collegamento a internet e all'accesso a database, social network, giochi e app sulla scia del computer, apparecchio che ormai vede avvicinarsi all'orizzonte un pericoloso concorrente. Altro filone che si affaccia all'orizzonte è l'irrompere del cloud, la nuvola informatica, all'interno dei prodotti più disparati: macchine fotografiche, tv, telecamere.

Se il telefonino è troppo piccolo per leggere bene una rivista o un libro e un tablet è troppo scomodo per telefonare, è evidente che c'era lo spazio per far nascere un nuovo tipo di prodotto. L'occasione l'ha colta per prima Samsung, che con il Galaxy Note ha dato il via ad una nuova classe di prodotti: i Notephone o i Tablenote, scegliete pure il nome che vi piace di più. Con un display superAmoled da 5.3 pollici ultra definito (1280x800 pixel), il Galaxy Note permette di leggere abbastanza bene libri o riviste (meno i quotidiani). Inoltre foto e video sono perfettamente godibili grazie all'alta qualità dello schermo. Al tradizionale sistema di controllo touch screen (il Galaxy note è dotato di sistema operativo Android 2.3), si affianca l'utilizzo di una penna digitale chiamata «S pen», destinata a un uso più professionale: con questo accessorio è possibile non solo impiegare il Galaxy Note come sostituto della vecchia agenda cartacea, ma anche correggere al volo o sottolineare passaggi di presentazioni aziendali. Il telefono integrato, che consente di utilizzare reti dati ultraveloci fino allo standard HSPA+ (velocità teorica di 21 Mbps), è dotato inoltre di una doppia telecamera in grado di fare foto ad alta risoluzione e video in Hd fino al formato di 1080p. Il Galaxy Note è molto leggero e quindi può essere trasportato agevolmente, ma ad una prima prova sul campo è risultato un po' troppo largo fare comodamente le veci di un cellulare. E' quindi probabile che, più che sostituire telefoni e tablet, il Note finisca per creare il bisogno di un nuovo tipo di prodotti. Chi però per motivi finanziari si trovasse incerto se scegliere tra uno smartphone e un tablet, potrà trovare nel Galaxy Note un accettabile compromesso.

L'altra grande novità dell'Ifa 2011 è la notizia della commercializzazione entro Natale del primo esemplare di tv 3D a grande schermo utilizzabile senza occhiali. Il Toshiba 55LZ2 ha uno schermo ultra-definito 3.840 x 2.160 pixel, vale a dire 4 volte un tv full hd. Il principio su cui si basa è molto sofisticato. Un software crea nove diverse angolazioni d'immagine destinate in maniera diversificata all'occhio destro e a quello sinistro per garantire la stereoscopia a chi si trova davanti allo schermo. Per sapere quale angolazione d'immagine presentare, il software della tv controlla attraverso una telecamera i movimenti oculari dello spettatore. Pur sottolineando che l'apparecchio è sicuramente innovativo e unico al momento del suo genere, bisogna dire che alla prova sul campo si è dimostrato ancora un po' acerbo (immagini non perfettamente stabili, scritte sfocate in qualche caso), ma è sicuramente un ottimo punto di partenza per coloro che amano il 3D, ma non sopportano gli occhiali. IL 55LZ2 sarà venduto anche in Italia, il prezzo ufficiale sarà noto solo tra un mese ma dovrebbe comunque essere elevato, trattandosi di un prodotto unico nel suo genere. Sul fronte del 3D senza occhiali una buona impressione ha fatto segnare anche un monitor per pc da 25 pollici proposto da Lg, il D2000. Tuttavia al momento non se ne conosce ancora il costo e se verrà commercializzato in Italia.

Tutte le grandi case tv presenti all'Ifa (Samsung, Lg, Sony, Panasonic, Sharp, Philips, Toshiba, Loewe e altre) hanno inoltre dato largo spazio alla cosiddetta tv interattiva, o smart tv, una tv collegata a internet per intenderci, giunta ormai alla sua seconda generazione. In attesa di quel che farà Apple, tutte le case hanno dato largo spazio a nuovi servizi: non più solo la possibilità di scaricare film e musica, ma anche la possibilità di connettersi ai social network più noti, come Facebook e di entrare nel vasto mondo delle "app" che permette di seguire la squadra di calcio del cuore piuttosto che i concerti live dei musicisti preferiti.

Altro trend percepibile all'Ifa è quello dello «sbarco sulla terra» del cloud, la nuvola informatica. Oltre alla tv si trovano infatti nuovi prodotti (uno su tutti la fotocamera FX90 di Panasonic) che usano il cloud come luogo per immagazzinare documenti video o foto, poi riagguantabili in ogni parte del pianeta in cui si abbia a disposizione una connessione ad internet. In molti casi, come accade per la FX90, lo spazio cloud viene regalato al momento dell'acquisto del prodotto.

Notizie della rubrica: Scienza e tecnologie

Confronta0
ClearIl numero delle posizioni scelte/selezionate: 0